Home News 50.000 account di Call of Duty: Warzone sono stati bannati per aver...

50.000 account di Call of Duty: Warzone sono stati bannati per aver barato

- Advertisement -

L’11 marzo Activision e Infinity Ward hanno fatto il loro ingresso nel genere battle royale attraverso il lancio di Call of Duty: Warzone . Disponibile gratuitamente su PC, Xbox One e PlayStation 4, il titolo ha raccolto oltre 30 milioni di giocatori in un periodo di soli 10 giorni.

Oggi Activision ha annunciato che dal lancio del gioco, oltre 50.000 account di giocatori impegnati in attività sleali sono stati definitivamente vietati. L’editore di videogiochi ha anche commentato le misure che sono state messe in atto per far rispettare le sue politiche anti-truffa e come intende comunicare queste agli utenti che avanzano.

Sono stati delineati i seguenti passi concreti per combattere gli imbroglioni:

  • I nostri team di sicurezza monitorano 24/7 per indagare sui dati e identificare potenziali infrazioni.
  • I team esaminano tutti i possibili cheat e hack, incluso l’identificazione dell’uso di aimbot, wallhack e altro.
  • Stiamo lavorando per migliorare il nostro sistema di gioco per segnalare potenziali imbrogli. Sono in corso piani per semplificare l’interfaccia utente per un’esperienza di reporting più fluida.
  • Per tutti i report che vengono ricevuti nel gioco, vengono entrambi analizzati e filtrati in base ai dati chiave.
  • Una volta completate le indagini, continueremo a lavorare il più rapidamente possibile per vietare.

Activision ha anche riconosciuto che discutere delle sue misure anti-frode non è qualcosa con cui è sempre disposto a essere schietto, nonostante stanziando molte risorse a queste misure. Tuttavia, andando avanti, l’azienda prevede di fornire un conteggio regolare di ulteriori divieti di account che vengono emessi. Questo conteggio sarà presumibilmente reso disponibile sullo stesso blog su cui sono state pubblicate le ultime notizie, sebbene possa essere presentato e aggiornato quotidianamente su una pagina separata o addirittura in-game.

Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,111FansLike
26FollowersFollow

Altre news