Home News Google disabilita la nuova correzione dell'utilizzo della RAM di Windows 10 su...

Google disabilita la nuova correzione dell’utilizzo della RAM di Windows 10 su Chrome 85 poiché ha causato un elevato utilizzo della CPU

- Advertisement -

Con il rilascio dell’aggiornamento Window 10 maggio 2020, Microsoft propagandato alcuni miglioramenti all’utilizzo della memoria su Edge grazie ai miglioramenti della funzione “Segment Heap” nel sistema operativo. La funzionalità porta a un migliore utilizzo della memoria per le applicazioni Win32 e ha promesso un miglioramento fino al 27% in Edge. È stato anche introdotto al progetto open source Chromium per l’implementazione nel browser Chrome per i test, il mese scorso.

Tuttavia, i test hanno dimostrato che il miglioramento delle prestazioni della memoria influisce negativamente sull’utilizzo della CPU, con le modifiche che portano a un degrado tra il 10% e il 13% delle prestazioni della CPU. Il team di Chrome ha iniziato a monitorare il bug all’inizio di questo mese e ora ha deciso di disabilitare la funzione heap del segmento nel browser per impostazione predefinita ( individuato da Techdows ).

Il team di Chrome ha eseguito i test su una versione beta di Chrome 84.0.4147.85 in esecuzione sull’ultima build di Windows 10 19041.329 e ha notato un aumento medio del 9,3% nell’utilizzo della CPU. I test hanno anche dimostrato che l’impatto era maggiore su macchine con core più alti. Una risposta di Microsoft riconosce che i propri test hanno anche mostrato un delta delle prestazioni della CPU. Il team di Chrome ha anche notato che erano necessari ulteriori dati di telemetria da Chrome in esecuzione sulla versione 2004 per individuare l’impatto del commit.

Il gigante della ricerca prevede attualmente di esaminare i dati di telemetria dalle versioni 84 e 85 di Chrome in esecuzione sugli ultimi build di Windows 10, insieme alla versione 85 in esecuzione su versioni precedenti del sistema operativo. La società ha aggiunto che disabilitando la funzione per impostazione predefinita fornisce più dati sul delta in termini di prestazioni e che prevede di riconsiderare la funzione per un momento successivo. L’azienda aggiunge che “Il costo della CPU (rallentamento del 10% su Speedometer 2.0, aumento del 13% nel consumo di CPU / potenza) è troppo grande per noi da mantenere”.

Sarà interessante vedere come la funzionalità influisce sul browser Edge basato su Chromium di Microsoft. La società non ha fornito alcuna informazione sull’impatto del miglioramento dell’heap del segmento sulle prestazioni della CPU. Il gigante di Redmond ha interrotto le versioni Dev e Beta per allinearle al programma di rilascio di Chromium.

Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,110FansLike
26FollowersFollow

Altre news