Home News Google Drive: presto sarai in grado di gestire e decriptare i file...

Google Drive: presto sarai in grado di gestire e decriptare i file protetti da Android

- Advertisement -

Negli ultimi mesi, Google ha lavorato duramente su Drive, sul suo sistema di backup e sincronizzazione dei file nel cloud. In un mercato molto competitivo, con iCloud, Onedrive o anche Dropbox, Google Drive si è arricchito di diverse funzioni interessanti dall’inizio dell’anno scolastico 2020. Primo, l’arrivo della modalità dark sia per iOS che per Android . Poi la possibilità di modificare i documenti di Microsoft Office direttamente nell’applicazione . E continua. I nostri colleghi del sito XDA Developers segnalano una scoperta nel codice sorgente dell’applicazione Google Drive per Android.

E più precisamente nella versione 2.20.441.06.40 (è molto precisa). Poche righe di codice si riferiscono a una funzionalità non ancora formalizzata da Google: la gestione dei file crittografati . Ciò include l’archiviazione ovviamente, ma soprattutto il download e la decrittazione di questi file, anche su uno smartphone Android. Ciò significa che presto sarai in grado di archiviare file sensibili da remoto senza preoccuparti della sicurezza dei dati.

Quindi dove verrà archiviata la chiave di crittografia?

La scoperta di queste righe di codice conferma solo che Google prevede di integrare una soluzione di crittografia in Drive. Ma non sappiamo quando accadrà. E se accadrà davvero. Supponiamo che Google distribuirà presto il servizio. Sorgono quindi diverse domande sull’accessibilità dei file crittografati.

Prima di tutto, chi fornisce la crittografia? Può essere una soluzione Google o una soluzione di terze parti. Nel secondo caso sarebbe interessante sapere quali sono le soluzioni compatibili .

Seconda domanda, la crittografia delle informazioni sarà supportata sullo smartphone, anche offline? Che sarebbe utile per modificare file sensibili da un cellulare senza bisogno di una connessione permanente. In questo caso, significa che la chiave di crittografia è presente sul cellulare . Deve anche essere presente dove è probabile che le informazioni vengano crittografate e decrittografate. La chiave deve quindi essere trasferita su più piattaforme. Il che solleva una domanda sulla sicurezza di questa chiave.

Tuttavia, se la crittografia non è supportata in locale, significa che i file potrebbero passare dallo smartphone a Google Drive senza protezione. Di nuovo, questo pone un problema di sicurezza. Non sarà facile da gestire.

Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,108FansLike
26FollowersFollow

Altre news