Le informazioni provengono da un video del canale YouTube HDTVTest che vi suggeriamo di guardare alla fine dell’articolo. Quest’ultimo ha analizzato in dettaglio l’uscita HDMI 2.1 della PS5 . Lo standard HDMI 2.1 è l’ultimo standard disponibile per i cavi video. Consente il supporto di definizioni molto più elevate fino a 4K 120 Hz o anche 8K 120 Hz e persino una definizione massima teorica fino a 10K .

HDMI 2.1 coincide anche con il lancio di una nuova categoria di cavi chiamata Ultra High Speed . La combinazione di questi nuovi cavi e l’ implementazione dell’HDMI 2.1 permette di raggiungere una velocità massima teorica di 48 Gbps .

La porta HDMI 2.1 della PS5 è limitata a 32 Gbps

HDMI 2.1 offre anche le seguenti funzionalità:

  • HDR dinamico
  • Display Stream Compression (DSC) 1.2
  • High Frame Rate (HFR), frequenze di aggiornamento più elevate in 4K, 8K e 10K – fino a 120Hz
  • Dolby Atmos e DTS: compatibilità con X.
  • Frequenza di aggiornamento variabile (VRR)
  • Cambio rapido dei supporti (QMS)
  • Trasporto Quick Frame (QFT)
  • Modalità automatica a bassa latenza (ALLM) sui televisori compatibili

Tuttavia, secondo HDTVTest, Sony ha limitato la porta video della PlayStation 5 . Secondo i loro test, la console di nuova generazione non è in grado di fornire una larghezza di banda superiore a 32 Gbps attraverso la sua porta HDMI 2.1. E le funzionalità VRR e ALLM sono completamente disabilitate per il momento. Che è piuttosto una sorpresa.

Perché hanno testato anche la porta, anche HDMI 2.1, della Xbox Series X : la console Microsoft è quindi in grado di erogare 40 Gbps, cioè molto più vicini al massimo teorico del protocollo, oltre ad avere il VRR e il ‘ALLM che attiva automaticamente una modalità adatta al gaming con una latenza inferiore a 1 ms su televisori compatibili.

Immaginiamo in questa fase che Sony limiti temporaneamente alcune funzionalità della console di nuova generazione , al fine di affinare il più possibile l’esperienza del giocatore nei casi d’uso più comuni. Non c’è dubbio, tuttavia, che queste restrizioni verranno gradualmente eliminate tramite aggiornamenti del firmware nei prossimi mesi.