A partire dal 14 gennaio 2020, Microsoft non offre più aggiornamenti gratuiti per Windows 7 . Il sistema operativo è ora considerato obsoleto. Si consiglia agli utenti più recenti di Windows 7 di migrare il prima possibile a Windows 10. Senza aggiornamenti di sicurezza, il sistema operativo è in balia degli hacker.

Per le aziende, il processo di migrazione da Windows 7 a Windows 10 , o un’alternativa, può essere opprimente. Per aiutare i suoi clienti aziendali a migrare senza problemi, Google si è rapidamente impegnata a offrire aggiornamenti di sicurezza di Chrome su Windows 7 fino al 15 luglio 2021 .

chrome windows 7 extension support 2022
chrome windows 7 extension support 2022

Google estende finalmente di 6 mesi il supporto software per Chrome

Purtroppo questo esteso supporto software non è sufficiente per molte aziende, ancora bloccate su Windows 7. Consapevole delle difficoltà incontrate dai propri clienti professionali, l’azienda ha deciso di prolungare di 6 mesi il supporto software. “Chrome sta estendendo il suo supporto per Windows 7 almeno fino al 15 gennaio 2022. Si tratta di un’estensione di 6 mesi dalla data precedentemente comunicata del 15 luglio 2021”, ha annunciato Google in un post sul blog. Non è impossibile che Google annuncerà una nuova estensione per allora.

Per spiegare la sua decisione, Google mette in evidenza i dati raccolti da Kantar, famosa società di analisi. Come mostrato nel grafico sottostante, il 21% delle aziende con un parco PC che esegue Windows 7 sta ancora migrando a Windows 10 . Nonostante la fine del supporto Microsoft, Windows 7 mostra resistenza . Per ora, il 78% delle aziende è già passato a Windows 10.

“Mentre gli ultimi mesi sono serviti da catalizzatore per gli investimenti tecnologici e le iniziative di trasformazione digitale per molte organizzazioni, per altre, alcuni progetti IT pianificati potrebbero aver dovuto passare in secondo piano” , spiega Google, riferendosi alla crisi salute del Covid-19. Costrette a generalizzare il telelavoro, molte aziende non sono state in grado di migrare i propri computer a Windows 10.