Home News Il presidente di Samsung condannato a 2,5 anni dall'Alta corte di Seoul

Il presidente di Samsung condannato a 2,5 anni dall’Alta corte di Seoul

Il presidente di Samsung Lee Jae-yong è stato condannato a 2,5 anni dall’Alta Corte di Seoul per corruzione. Il caso era un nuovo processo di un caso in cui Lee è stata condannata a 5 anni . Mentre era stato condannato a cinque anni nell’agosto 2017, la pena è stata dimezzata e sospesa nel febbraio 2018 dall’Alta corte di Seoul, il che significa che era libero.

La sentenza odierna arriva dopo che la Corte Suprema del Paese ha rinviato il caso all’Alta Corte di Seul che gli ha successivamente emesso una nuova condanna di due anni e sei mesi. I guai di Lee sono iniziati tutti nel febbraio 2017 quando è stato arrestato per corruzione dopo aver donato a due organizzazioni no profit gestite da un amico dell’allora presidente sudcoreano in cambio di sostegno politico.

Discutendo il verdetto, la corte ha detto:

“È davvero un peccato che Samsung, la migliore azienda del paese e orgoglioso innovatore globale, è ripetutamente coinvolta in crimini ogni volta che si verifica un cambiamento nel potere politico “.

Il padre di Lee, Lee Kun-hee, è morto ad ottobre dopo sei anni di ricovero in ospedale dopo un attacco di cuore nel 2014. Da allora, la sua famiglia, composta da una moglie e tre figli, ha cercato di capire chi assumerà Samsung.. Con la sua nuova frase, Lee Jae-yong sarà temporaneamente messo da parte dalla società e gli esperti che parlano con BBC News dicono che potrebbe creare un vuoto di leadership e ostacolare le decisioni dell’azienda su investimenti su larga scala.

Daniel Aka
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,100FansLike
26FollowersFollow

Altre news