Home News WhatsApp, Facebook, Signal, Telegram: questi sono i dati che le app raccolgono...

WhatsApp, Facebook, Signal, Telegram: questi sono i dati che le app raccolgono davvero

È probabile che tu sia uno degli utenti di WhatsApp incazzati che vogliono passare a un’altra app di messaggistica . Dopo la confusione mediatica dell’azienda sulla modifica dei T&C, molti sono alla ricerca di un’alternativa più rispettosa della loro privacy. Signal, in particolare, ha registrato un notevole aumento di popolarità dall’inizio della controversia grazie alla sua impareggiabile politica sulla privacy.

Tuttavia, Facebook continua a non voler spiegare le modifiche ai T&C di WhatsApp . Agli utenti è stata assegnata una scadenza fino al 15 maggio 2021 prima della loro entrata in vigore, ma che sicuramente servirà a molti di loro per effettuare il passaggio a un’altra piattaforma. Tuttavia, se la protezione della tua privacy è la tua motivazione principale per passare da un’app di messaggistica a un’altra, è meglio avere una panoramica dei dati raccolti da quelle più popolari. Fortunatamente, la nuova policy dell’App Store che richiede la piena trasparenza da parte degli sviluppatori rende tutto molto più semplice.

WHATSAPP: SULLE ORME DI FACEBOOK

Dati pubblicitari e di marketing raccolti:

  • Identificatori: identificatore del dispositivo
  • Dati di utilizzo: dati pubblicitari

Dati di analisi raccolti:

  • Acquisti: cronologia acquisti
  • Posizione: posizione approssimativa
  • Dati di contatto: numero di telefono
  • Contenuto utente: altro contenuto utente
  • Identificatori: identificatori dell’utente, identificatore del dispositivo
  • Dati di utilizzo: interazione del prodotto, dati pubblicitari
  • Diagnosi: dati di guasto, dati sulle prestazioni, altri dati diagnostici

Dati di personalizzazione del prodotto raccolti:

  • Contenuto utente: altro contenuto utente

I dati sulle funzionalità dell’applicazione raccolti:

  • Acquisti: cronologia acquisti
  • Informazioni finanziarie: informazioni sul pagamento
  • Posizione: posizione approssimativa
  • Dati di contatto: indirizzo e-mail, numero di telefono
  • Contatti
  • Contenuto utente: assistenza clienti, altri contenuti utente
  • Identificatori: identificatori dell’utente, identificatore del dispositivo
  • Dati di utilizzo: interazione con il prodotto
  • Diagnosi: dati di guasto, dati sulle prestazioni, altri dati diagnostici

Dati conservati per altri scopi:

  • Dati di contatto: numero di telefono
  • Identificatori: identificatori dell’utente, identificatore del dispositivo
  • Dati di utilizzo: interazione con il prodotto

FACEBOOK: IL CAMPIONE A TUTTO TONDO

Facebook mostra, oltre ai propri dati di tracciamento, che consentono di rilevare i siti e le applicazioni visitate dall’utente, gli stessi dati raccolti in ciascuna categoria.

I dati di tracciamento raccolti:

  • Dati di contatto: indirizzo fisico, indirizzo e-mail, nome, numero di telefono
  • Identificatori: identificatori dell’utente, identificatore del dispositivo
  • Altri tipi di dati

Dati raccolti su pubblicità, pubblicità e marketing, analisi, personalizzazione e funzionalità di terze parti:

  • Acquisti: cronologia acquisti
  • Informazioni finanziarie: altre informazioni finanziarie
  • Posizione: posizione precisa, posizione approssimativa
  • Dati di contatto: indirizzo fisico, indirizzo e-mail, nome, numero di telefono, altri dettagli dell’utente
  • Contatti
  • Contenuti dell’utente: foto o video, contenuti di esperienze di gioco, altri contenuti dell’utente.
  • Storia della ricerca
  • Cronologia di navigazione
  • Identificatori: identificatori dell’utente, identificatore del dispositivo
  • Dati di utilizzo: interazione con il prodotto, dati pubblicitari, altri dati di utilizzo
  • Diagnosi: dati di guasto, dati sulle prestazioni, altri dati diagnostici
  • Altri tipi di dati

SIGNAL: IL GRANDE VINCITORE

I dati sulle funzionalità dell’applicazione raccolti:

  • Dati di contatto: numero di telefono

TELEGRAM: POCO PIÙ DI SIGNAL

I dati sulle funzionalità dell’applicazione raccolti:

  • Dati di contatto: nome, numero di telefono
  • Contatti
  • Identificatori: identificatore utente

È chiaro che Signal e Telegram proteggono la privacy dei loro utenti più dei loro diretti concorrenti. Sebbene sia risaputo che Facebook sia avido di dati personali, sembra che WhatsApp stia seguendo le orme della sua società madre. Sebbene l’applicazione di messaggistica abbia chiarito che i dati condivisi con il social network riguardano solo le conversazioni con le aziende , è evidente che CGU chiede, sin dall’inizio, molte concessioni ai propri utenti. Il futuro ci dirà se l’esodo di quest’ultima verso altre piattaforme continuerà.

Daniel Aka
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,100FansLike
26FollowersFollow

Altre news